Il futuro sospeso

Certe mattine, specialmente il sabato, la porticina del dipartimento sembra ancora più piccola. Chiusa dall’interno, con una spessa e robusta cancellata. È nascosta in un angolo, incastrata al margine della facciata rossa e screpolata di una chiesa. Sbirciando attraverso i grossi fori, nel buio, si possono scorgere alcune vetrine piene di polvere. Lì giacciono, abbandonati, i frutti del lavoro di tanti.

Non è un posto per tutti. È talmente stretto che un giorno non rimarrà nessuno.

[La foto è mia. Il post è un saluto per tutti. Arrivederci]

Con la testa tra le nuvole

 

Annunci

16 pensieri su “Il futuro sospeso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...