Voleva accadere

P1080733

Alla fine scrivo…

Quest’anno era iniziato bene, con la neve. Dal ventinove al primo i fiocchi sono venuti giù senza sosta. Il freddo era pungente ma l’atmosfera era parecchio allegra. Fine anno con la neve. Si è lavorato meno, anche per questo ho fatto diverse foto. Insomma c’erano buone premesse per mettere nel cassetto questo pessimo duemilaquattordici e ripartire.

Alcune ore fa, invece, un medico ha rappezzato la mia faccia alla bell’e meglio. Devo ritenermi fortunato se il taglio non è profondo e non necessita di punti (eccetto tre o quattro “farfalle” per riaccostare i margini).

Il mio terzo giorno di gennaio è finito anzitempo con uno stupido incidente sul lavoro. Spero soltanto di non dover ricordare quest’episodio ogni volta che mi guarderò allo specchio.

Stamattina faceva molto freddo, andando alla stalla avevo indossato un berretto blu di lana che cascava parecchio sulla fronte. Buffo ma caldo e comodo. Verso mezzogiorno (proprio a causa del dannato cappello) non ho visto la fresa del carro miscelatore che lentamente scendeva e ci sono passato accanto nel momento sbagliato. Calando a terra mi ha preso di striscio sul volto. Fortunatamente sono anche caduto evitando che qualche lama mi aprisse la testa come un cocomero. Il graffio però me lo sono beccato tutto; più di un graffio e meno di un taglio profondo: una mediocre via di mezzo, proprio come il sottoscritto.

Pazienza, tanto non devo fare l’attore e a dirla tutta non sono nemmeno bravo a recitare. O forse non ci ho mai provato perché mi vergogno troppo, anche solo della mia immagine riflessa nelle vetrine.

Pazienza, pazienza, tanta pazienza.

Avrei voluto scrivere della neve, delle aspettative che il nuovo anno porta con sé e di tante altre belle cose. Ma sono abbastanza nervoso. Gli incidenti lasciano sempre uno sgradevole (quanto immeritato) senso di colpa e tante domande. Perché sono passato da quel lato del carro proprio in quel momento? Perché non ho fatto il giro intorno al trattore come faccio ogni volta? Perché adesso e non quindici anni fa? Ovviamente le risposte non ci sono e a me girano le scatole a mille. Speravo in un duemilaquindici migliore ma le premesse non sono incoraggianti.

Chiedo venia per queste righe noiose. Statemi bene ed evitate, se possibile, di chiedere come sto.

[Chi vuole può dare un’occhiata su flickr alle foto di questa bella nevicata di fine anno, secondo me ne vale la pena…]

Annunci

23 pensieri su “Voleva accadere

  1. Non ti rimarrà il segno, ma se mai fosse, considera che ci sono dei chirurghi bravissimi.
    Passerà presto.
    Fatti coccolare per un po’.

    1. Ciao!
      Grazie per il passaggio…
      Anche se dovesse rimanere qualcosa pazienza, sono i segni della vita. Mi consolerò con un po’ di tranquillità, ultimamente ne ho avuta poca.

  2. Tu non sei una mediocre via di mezzo. Gli incidenti succedono a tutti. Gli uomini con le cicatrici sono più affascinanti. E come stai non te lo chiedo solo perchè se lo hai raccontato vuol dire che non stai così male. Mi riservo di chiedertelo domani. Le foto sono bellissime. Un abbraccio forte Michele, riguardati!😘

    1. Ciao Maru,
      grazie per il commento, sei sempre carina…
      Io sopravvivo, non mi lamento mai troppo per i dolori fisici ma questa cosa mi ha infastidito parecchio perché è sul volto. Passerà anche questa!
      Un abbraccio!

  3. Non sarà un inizio entusiasmante ma immagino che alla fine sia comunque andata bene così visto che una delle alternative prevedeva conseguenze peggiori. Non è una consolazione, lo so.
    Concordo sulle foto.

  4. Perchè “una mediocre via di mezzo”? Scusa se mi faccio un po di cazzi tuoi, ma scrivi con anima, fotografi con passione, vivi con amore: mediocre un cazzo, ma rispetto democraticamente le opinioni (sbagliate) altrui ….

  5. Sono sicura che non rimarrà il segno e non sei più mediocre di me o di altri che hanno una vita normale, non certo da attori protagonisti. Comparse, magari con un graffio in viso, ma dignotese. Un abbraccio in invidia di neve che qui non si è vista

    1. Grazie del passaggio cara Pendolante… La neve sta andando via rapidamente sotto uno strano vento, ma tornerà. Questo è un inverno buono! Non altrettanto buono è l’inizio dell’anno ma passerà. Stringo i denti, almeno ci provo… Grazie ancora.

  6. Avevo già letto oggi pomeriggio, ma non sapevo cosa scriverti senza essere indiscreta… Ora sono contenta di averti fatto ridere un po’ con il mio post (augurandomi che tu non ti sia sganasciato se no sai che male i punti!). Vado a vedere le tue foto…
    Ciao!

    1. Non preoccuparti, non ho i punti, ho una serie di “farfalle”. Ho anche la barba lunga quindi fare un lavoro decente è stato anche complicato. Domani per fortuna si smonta tutto e vediamo come va. Sinceramente stare con questo pannolino in faccia non è gradevole…
      Grazie per il passaggio!

  7. non resterà cicatrice, giusto un filo che sparirà dopo il primo sole…
    quella interna, beh, si rimangerà col tempo e con la consapevolezza di quale pensi che sia il tuo posto nel mondo.
    un abbraccio

  8. Certe volte la questione del bicchiere mezzo pieno ci sta tutta… Sicuramente fastidioso questo incidente, al di lá della cicatrice che forse resterá, ma per fortuna, o ringraziandi Iddio, non ti si é aperta la testa come un cocomero (e non l’avremmi mai saputo!).
    Perché é successo? Per distrazione, per eccessiva confidenza, per colpa del berretto, perché stavi seguendo un pensiero. O perché, infine, dovrai decidere se fare di questo il tuo lavoro, oppure no… Solo tu puoi saperlo
    E poi, perché questa idea ti te come uomo mediocre? “Normale” come la stragrande maggioranza dell’umanitá, questo si! I mediocri non hanno dubbi, idee, lungimiranze, non sanno guardare oltre il proprio naso, non si fanno domande… 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...